Morte di Antonio Nicastro. La moglie: “Offesa da Asp e San Carlo”. Interviene anche Selvaggia Lucarelli: “Disastro Basilicata”

“La moglie di Antonio Nicastro, vittima del Covid-19 e deceduto ieri a Potenza, ha appena comunicato ad Angeloma.it di essersi sentita offesa dai comunicati stampa di ASP e Ospedale San Carlo di Potenza e di aver dato mandato ai suoi legali di procedere contro le due Aziende in quanto i contenuti degli stessi, tra l’altro irrispettosi delle leggi sulla privacy, non sarebbero rispondenti al reale svolgimento dei fatti, riservandosi di produrre atti, mail e documentazioni varie a supporto della necessità di addivenire alla verità”. Lo scrive in mattinata la pagina Facebook del sito Angeloma.it, gestito da Angelomauro Calza, giornalista e amico di Antonio Nicastro, l’uomo potentino deceduto ieri sera.

Ricapitolando la triste vicenda. Antonio aveva scritto alcuni post e stati su Facebook, dove denunciava, anche tramite il figlio Valerio, ritardi nell’effettuazione del tampone. Quest’ultimo effettuato con giorni di ritardo secondo la famiglia. Poi la visita al Pronto Soccorso, le dimissioni lo stesso giorno, e dopo qualche giorno il ricovero nel reparto di malattie infettive, il peggioramento, la terapia intensiva e il decesso. Ieri, dopo il decesso di Antonio Nicastro, è intervenuto il presidente della Regione, Vito Bardi, che ha ordinato una indagine interna per chiarire eventuali responsabilità. Successivamente, è intervenuta l’azienda ospedaliera “San Carlo” e l’Azienda Sanitaria Locale di Potenza. Ma, come si legge su Basilicata24.it dalle parole del figlio Valerio, tutti coloro che sono intervenuti dopo il decesso del padre, “è stato ricostruito con passaggi mancanti, anche perchè probabilmente sconosciuti a chi ha indagato sulla vicenda”.

“Spero – ha detto Valerio Nicastro – di avere solo un briciolo della tua forza, del tuo cuore e del tuo coraggio. Continuerò io a lottare per te, papà”.

Intanto, poco fa, anche Selvaggia Lucarelli, nota giornalista, opinionista, scrittrice, blogger, conduttrice radiofonica, ha scritto un articolo sul sito tpi.it, per raccontare il suo punto di vista sulla gestione dell’emergenza in Basilicata e fa cenno anche alla storia di Antonio Nicastro (articolo disponibile qui)

Claudio Buono

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *