Sieropositività alla febbre catarrale su alcuni bovini: zona di protezione nel Marmo Platano Melandro

L'ordinanza del sindaco di Muro Lucano

L’ordinanza del sindaco di Muro Lucano, Gerardo Mariani

Su alcuni ovini presenti in un’azienda agricola sita nel comune di Muro Lucano è stata accertata la sieropositività alla febbre catarrale. A seguito della scoperta, sono state fatte alcune indagini di laboratorio presso il centro di referenza “Cesm” di Teramo”, che ha evidenziato la febbre catarrale maligna negli ovini, che si manifesta con la lingua dell’animale praticamente blu. Pertanto, vista la necessità e l’urgenza di adottare adeguate misure sanitarie, al fine di evitare l’ulteriore diffusione della malattia è stata dichiarata la zona di protezione da febbre catarrale maligna (bluetongue) nel comune di Muro Lucano, compreso nel raggio di 3 km dall’azienda sede del focolaio (contrade da Prato, Ponte Giacoia fino a Piani Pagani e Serra della Gallina). E’ stata dichiarata anche la zona di sorveglianza da febbre catarrale maligna il restante territorio del Comune di Muro Lucano e di Picerno, Bella, Baragiano, Balvano, Ricigliano, San Fele, Castelgrande e Picerno, che rientrano nel raggio dei dieci chilometri. La bluetongue è una malattia infettiva contagiosa dei Ruminanti (bovini, pecore, capre, cervi e antilopi). 

@BuonoClaudio

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *