“Cercasi personale qualificato”. La storia di un’azienda lucana, con sede a Tito Scalo, raccontata dal Tg1

La storia di un’azienda che opera nella zona industriale di Tito Scalo, alle porte di Potenza, che ha difficoltà a reperire personale qualificato. Se n’è occupato il Tg1 nell’edizione delle ore 20 del 20 ottobre scorso, con il servizio realizzato dalla giornalista Alessandra Azzolini. L’azienda si chiama STM (Sviluppo Tecnologie Metalliche). Un’azienda di una famiglia di Vietri di Potenza che opera nel settore da oltre 40 anni. Specializzata nell’ingegneria e fornitura di nastri trasportatori per la movimentazione di materiale sfuso nei cantieri che lo necessitano, STM offre le sue soluzioni innovative e integrate in tutto il mondo, garantendo aumenti di efficienza, affidabilità e riduzione dei costi per i processi produttivi dei suoi clienti. L’azienda ha completato 200 progetti e venduto 10 milioni di componenti meccanici. 16 milioni il fatturato annuo e una settantina di dipendenti, con la necessità di assumerne altri, sempre qualificati, per allargare la squadra e poter portare avanti altri progetti e rispondere alle richieste di lavori da effettuare. . 

Nel servizio, è stato intervistato anche Anselmo Zirpoli, direttore commerciale STM, che ha sottolineato le “diverse difficoltà a trovare personale qualificato come tornitori per controllo numerico, disegnatori, montatori meccanici, progettisti”. A livello internazionale, l’azienda ha clienti in Francia (si stanno realizzando pezzi che vanno montati nella metro di Parigi), oltre che Tagikistan, Cina e Canada, e progetti in altre nazioni già realizzati. All’interno dell’azienda, anche la divisione STM Components, che si occupa particolarmente del design, dell’ingegneria e della produzione di componentistica per il settore automotive, con i componenti meccanici che vengono prodotti attraverso processi di tornitura, fresatura, pressatura e saldatura. 

L’azienda è alla ricerca di personale. Una importante opportunità particolarmente per chi si è specializzato nel settore e cerca un lavoro e, visti i progetti dell’azienda, anche sicuro. E’ possibile inviare la candidatura via mail all’indirizzo: risorse@stm.group. Di seguito il servizio integrale andato in onda all’interno del Tg1.

Claudio Buono

 

1 commento

  1. Antonello

    Buongiorno,
    la problematica non è “Cercasi personale qualificato” ma tutt’altro.
    Ho collaborato con STM per mesi con tutta la professionalità possibile. Avete approfondito eventuali cause in merito? avete informazioni in merito al turnover del personale? Le cause potrebbero essere molteplici.
    Sicuramente la poca voglia di lavorare dei giovani di oggi è la causa fondamentale, d’altronde parliamo di generazioni figli di papà abituati ad avere tutto, compreso abbondanza di lavoro. C’è però una piccolissima % (rasente lo zero) di ragazzi vogliosi che pur di emergere accettano contratti di stage o a progetto con retribuzioni che sicuramente gli “imprenditori” in questione vi avranno fornito (vorrei precisare che ho tantissima ammirazione e rispetto per tutte le imprese del territorio e del sud).
    Mi chiedo perché le stesse domande non sono state fatte agli operai o potenziali lavoratori che hanno colloquiato con l’azienda. Prima di dare spazio e pubblicità, dovreste annoverare tutte le problematiche e chiamare in causa tutte le parti interessate.
    Vi lascio con una domanda: accettereste di lavorare 9h al giorno (“perché qui se vuoi lavorare devi farlo dalle 08:00 alle 18:00 e devi farlo per 45 h settimanali”) a 450€ mensili con rinnovo a 800€??? Beh l’ho fatto! per fortuna andavo al ristorante non come cliente ma come cameriere! Visto le “diverse difficoltà a trovare personale qualificato come tornitori per controllo numerico, disegnatori, montatori meccanici, progettisti” mi chiedo solo il perché data la notevole lungimiranza del management in questione… Ah dimenticavo con due lauree sono ripartito dal basso e ad oggi ricopro un ruolo di rilievo. Perché??? Semplice, l’azienda ha avuto la pazienza e al forza di sostenermi e farò di tutto per ricambiare… Vi abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *