Quattro i feriti in Basilicata nella notte di Capodanno: 3 causati dai botti

Sono quattro i feriti lucani nella notte di Capodanno, di cui tre dovuti ai botti di Capodanno. Un bilancio più leggero rispetto agli anni precedenti, in particolare per il coprifuoco ma anche per le ulteriori restrizioni dei Sindaci che hanno emesso ordinanze per quanto riguarda il divieto di accensione dei botti e fuochi d’artificio, non rispettati ovunque. Come a Potenza, dove -nonostante l’ordinanza del Sindaco di divieto di vendita ed accensione dei fuochi – spopolano sul web video di fuochi pirotecnici in molte aree della città.

Per quanto riguarda i feriti, a Melfi lesioni al volto per una persona. A Matera due feriti: uno al viso, l’altro ad una mano. In quest’ultimo caso, amputate tre dita. La quarta persona ferita è di Francavilla in Sinni. Si è recata al Pronto Soccorso di Chiaromonte per una ferita all’occhio a quanto pare causata dall’olio bollente. Immediato il trasferimento in eliambulanza al “San Carlo” di Potenza. A Marconia di Pisticci paura per le fiamme di un auto: si è poi saputo che le fiamme si sono alimentate a causa di un cortocircuito. In città a Potenza, Carabinieri e Polizia affiancati da 55 militari dell’Esercito per i controlli sul territorio.

Claudio Buono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *