A Potenza una pietra d’inciampo per la parità di genere e dire “No” alla violenza sulle donne

Nell’ambito del più ampio progetto di Educazione alla Legalità, le alunne e alunni delle classi terze della scuola secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo “Torraca- Bonaventura”, diretto dalla prof.ssa Marianna Catalano, inaugureranno, il prossimo venerdì 6 marzo, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, la posa di una Pietra d’inciampo in prossimità del plesso “18 agosto 1860” in via del Popolo. “Un gesto visibile e concreto”, ci riferisce la prof.ssa Carmen D’Anzi, docente referente per la Legalità, “per sensibilizzare i giovani al tema della parità e contro la violenza di genere e a proporre sani modelli di relazione basati sul rispetto reciproco.  Tale gesto intende richiamare l’attenzione della comunità cittadina sulla centralità di grandi battaglie sociali”. In tema di parità di genere e di lotta alla discriminazione, siamo ancora lontani dall’aver sconfitto tutte le forme di disuguaglianza sociale. I traguardi dell’obiettivo 5 dell’Agenda 2030 mirano a sconfiggere le violenze e le discriminazioni per promuovere una cultura fondata sulla parità di genere e l’emancipazione di tutte le donne e bambine, a tutti i livelli, garantendo loro pari accesso alle risorse naturali ed economiche. Alla cerimonia di inaugurazione presenzieranno la dott.ssa Debora Infante, Dirigente dell’Ufficio III – Ambito Territoriale di Potenza dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata, la prof.ssa Barbara Coviello, referente per la Legalità –Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata, il sindaco della città di Potenza, Mario Guarente, l’Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Potenza, Marika Padula, la presidente della Società Dante Alighieri, prof.ssa Maria Raffaella Pennacchia Vertone, la Presidente di Telefono Donna, dott.ssa Cinzia Marroccoli  e, in rappresentanza della Libera Università delle Donne, la presidente Adriana Salvia ed Emilia Simonetti. In questa occasione le alunne e gli alunni devolveranno al Centro antiviolenza “Ester Scardaccione” un premio in denaro ricevuto dalla Società “Dante Alighieri” per aver partecipato, con un elaborato, al concorso letterario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *