Potenza, a San Luca Branca strade invase da fango e detriti. Italia Madre: “Totale indifferenza, bisogna intervenire”

Potenza, non solo nella città capoluogo di regione ci sono problemi di allagamenti continui per due gocce d’acqua ma anche nelle prime vie di periferia. Parliamo di San Luca Branca. I cittadini hanno segnalato al coordinamento cittadino di Italia Madre Basilicata i disagi che sono costretti a subire quotidianamente. Ci scrivono quanto segue: “Oltre alle strade disastrate da movimento franosi dove sono stati spesi nel 2008 fondi di migliaia di euro per portare la strada in maniera dignitosa (che però alla prima invernata è ritornata come in precedenza), in via Macchia San Luca, come da foto allegate, è bastato un piccolo acquazzone per far scendere tutti i materiali di risulta o di ripristino di una strada privata senza le dovute regimentazioni delle acque. Detriti si sono riversati sulla strada comunale. Questo purtroppo avviene da anni nella più totale indifferenza dell’amministrazione comunale sia precedente che attuale. Abbiamo fato segnalazioni continue fate ai vigili urbani e all’ufficio viabilità, affrontando gravi problemi al traffico e con il rischio di incidenti. La parte a valle della strada è senza le dovute protezioni. Purtroppo la strada di codesta contrada viene “rappezzata” solo in occasione della festa “Fuochi sul Basento”, anche questa con non poche problematiche per i residenti da due anni a questa parte, per una mal organizzazione dei piani di sicurezza. Oggi ci rivolgiamo a voi di Italia Madre affinché vi facciate portavoce dei nostri disagi sperando che con il vostro sostegno veniamo ascoltati”. Dopo questa richiesta Raffaele Molinari, coordinatore cittadino di Italia Madre, si è recato sul posto per verificare le condizioni lamentate assumendo il preciso impegno di avviare tute le azioni, richiedere sopralluoghi di verifica agli uffici competenti e lanciare una petizione per dare voce ai cittadini di “periferia” troppo spesso dimenticati.

Coordinamento cittadino di Italia Madre Basilicata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *