Ruoti, Gentilesca denuncia problemi sulla viabilità comunale: “Le strade mettono a repentaglio l’incolumità dei cittadini”

Il consigliere comunale Franco Gentilesca

Il consigliere comunale Franco Gentilesca

“Una vicenda assurda. Ai limiti della decenza e che per fortuna non si è tradotta in qualcosa di grave. Protagonista – nostro malgrado – la viabilità comunale di Ruoti, con lavori fatti in economia e con criteri opinabili che mettono a repentaglio l’incolumità di quanti si muovono quotidianamente da e per il capoluogo”. A raccontare la storia è il consigliere comunale di Ruoti unita, Franco Gentilesca. “Nella sera di San Rocco, rientrando a casa verso le 19.30 dopo aver fatto un giro in moto, padre e figlia sono caduti a causa di una vera e propria insidia presente sulla sede stradale. Come dimostrano anche le foto – spiega Gentilesca – si tratta di un pezzo di strada con una bitumazione cosiddetta ‘a freddo’ all’interno di una curva destrorsa. Nella circostanza – per fortuna senza gravi conseguenze (il conducente è stato dimesso con una prognosi di 30 giorni mentre la figlia passeggera con una prognosi dieci giorni) – al passaggio del motociclo quel tratto si è letteralmente sfarinato. L’uomo alla guida nulla ha potuto fare per evitare la caduta e questo nonostante stesse circolando ad una bassissima velocità. Sul posto non è stato possibile l’intervento dei vigili urbani impegnati per la festa di S. Rocco, nè dei i carabinieri che sono stati chiamati successivamente allorquando il mezzo era stato spostato. Il tratto in questione si trova in contrada Matinella, tra contrada Pandone e la Sp 92 all’altezza di contrada Serra di Pepe. Inutile sottolineare la natura scadente dei lavori, eseguiti senza alcun criterio al pari di una serie di avvallamenti in contrada Croce – segnalati da diversi cittadini – e che restano una grave minaccia per gli automobilisti che vi transitano. Da consigliere comunale di opposizione – spiega Gentilesca – ho sollevato più volte la questione richiamando l’attenzione degli enti preposti su una serie i lavori fatti dal Comune attraverso aziende appaltatrici note che non soddisfano i criteri di sicurezza. L’ultimo caso ne è la riprova e come dimostrano le fotografie quel tratto resta di una pericolosità unica. Che qualcuno abbia il buon senso di intervenire e porre rimedio senza che i possimi malcapitati debbano mettere a repentaglio la propria vità?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *