Brienza, al via campagna di sensibilizzazione contro il randagismo. A promuoverla l’associazione “Incrociamo le Code”

randagismoParte la campagna di sensibilizzazione contro il randagismo, promossa dalla neo Associazione burgentina“Incrociamo le Code”, con il patrocinio del Comune di Brienza. Alla base del progetto vi è anche una campagna di microchippatura e di sterilizzazione: un’iniziativa volta ad eliminare o quanto meno a ridurre il fenomeno del randagismo. Molteplici gli strumenti  e le azioni congiunte che saranno messe in campo. Da una serie di incontri pubblici a quelli con le scuole sino ad una spinta campagna di adozioni attraverso la  distribuzione di materiale informativo a tutta la comunità. Alla base dell’iniziativa vi è una stretta collaborazione con il Comune, l’Asl, esperti del settore e Associazioni. Incrociamo Le Code nasce dalla volontà di alcune volontarie che operano  da tempo nel territorio, assistendo e curando i randagi del paese. “L’associazione ha detto la Presidente Francesca Galante-  si occupa di  difendere  gli animali, operando per la loro tutela. Ma non è tutto. Punta a diffondere le condizioni di vita degli animali allo scopo di prevenire e tutelare il randagismo, quale forma di violenza e di disinteresse verso gli animali. Si occupa di organizzare manifestazioni che abbiano lo scopo di promuovere la cura e la protezione degli animali e di ricevere l’affidamento e la cura  degli animali da affezione da parte dei privati anche per brevi periodi”.

1 commento

  1. francesco vargiu

    Ottima iniziativa,
    dovrebbe essere presa come esempio anche nei paesi limitrofi dove invece mi risulta che c’e una cattiveria unica nei confronti degli animali e soprattutto nei confronti dei cani.
    In compenso si raggira il problema facendo intervenire l’accalappia cani e spedendo i malcapitati in canili lagher!
    Ultimamente va di “moda” un nuovo sport : il lancio del cane attraverso i recinti !!!!!!!!
    Vergognoso, doppiamente in un paese che si reputa CIVILE.
    Concludo augurandovi ogni bene per questa bellissima iniziativa.

Rispondi a francesco vargiu Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *