Escursioni, asparagi e archeologia: il tutto a Satriano di Lucania il 25 aprile nell’ambito della “Sagra dell’asparago selvatico”

locandina_sagra_asparago_selvatico_2015SATRIANO – Si terrà il prossimo 25 Aprile 2015, a Satriano di Lucania, la terza edizione della Sagra dell’Asparago selvatico dell’Appennino Lucano organizzata dalla rivista Al Parco in collaborazione con l’associazione Orti del Melandro. In questo periodo è molto gratificante unire un’escursione nei boschi alla raccolta di un prelibato alimento selvatico. Dopo la fatica della ricerca, si guarda il “mazzo” orgogliosi e si torna a casa felici per cucinare il proprio piatto preferito. Ci sono i fanatici della frittata, sono tipi rustici. Secondo loro qualsiasi altro utilizzo è un compromesso storico. Gli amanti del risotto, esteti dell’equilibro dei gusti, ne esaltano la delicatezza. La via di mezzo sono gli spaghettari: associano il profumo del bosco al sapore vellutato. Escursione alla ricerca degli asparagi. L’appuntamento è alle 9:30 presso il maneggio comunale di Satriano. Lasciate le auto si procederà alla ricerca degli asparagi selvatici durante un’escursione didattica con descrizione tecnico-scientifico della specie spontanea nei suoi aspetti botanici e biologici a cura del dott. Felice Lapertosa. La camminata si apre con un assaggio di prodotti tipici a filiera corta. Pranzo a base di asparagi. Al rientro dall’escursione, alle 13:00 circa, si consumerà un pasto completo presso il Crazy Horse a pochi passi dal maneggio comunale. Il menu prevede un antipasto con frittata d’asparagi e bruschetta con crema di asparagi, due primi, risotto e pasta corta con asparagi, scaloppina di pollo con crema e dadini di asparagi come secondo. Prima e dopo il pranzo è possibile acquistare asparagi selvatici freschi, asparagi selvatici sott’olio e tanti prodotti tipici a filiera corta forniti da Meladrino, associazione di produttori del Melandro. Tramonto sulla Torre di Satriano. Dopo mangiato, in esclusiva, intorno alle 16:00 si potrà visitare il sito archeologico di Satrianum e fare una foto ricordo sul terrazzo della Torre Normanna. Il posto è da raggiungere in auto a pochi chilometri dal ristorante, segue breve camminata in salita ripida fino alla cima. Consigli utili. Per le escursioni indossare scarpe da trekking, pantaloni lunghi (preferibilmente jeans), t-shirt a manica lunga (per non graffiarsi nella raccolta), cappellino. Portare acqua e t-shirt di ricambio. E’ possibile partecipare alle singole attività. Prenotazione obbligatoria entro il 22 Aprile. Al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti, o per gruppi organizzati, l’evento è replicabile il 26 Aprile, il 2 e il 3 Maggio. Per informazioni: alparcolucano@gmail.com, 329 532 0026.

2 comments

  1. Annibale da Potenza

    Non capisco la scelta del Crazy Horse (non è un ristorante nè agriturismo ma un PUB) per una sagra, l’anno scorso la Botte è stata fantastica nell’esecuzione dei piatti. Peccato!
    Ps: Al PUB ci sarà lo stesso cuoco della Botte dell’anno scorso?

Rispondi a Libero Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *